Musée d'Archéologie - Sito di Cimiez
Mostra “A proposito di piscine”

Amaury da Cunha, dalla serie “Après tout” (Dopo tutto), fotografia su carta accoppiata con alluminio
Prestito dell’artista
© Amaury da Cunha

Il contributo del commissario generale

“A partire dal mese di giugno 2013, i visitatori del Musée Matisse potranno ammirare La Piscina di Matisse, installata a Villa des Arènes, a strapiombo sul sito di Cimiez, l’antica Cemenelum, vicina a Nikaia, la Nizza di fondazione greca. Il Museo archeologico si trova sul sito delle antiche terme con le loro piscine e quello della cattedrale paleocristiana con la sua “piscina spirituale”, ovvero il battistero. È questo legame che mi ha portato a sostenere il progetto di Bertrand Roussel di concepire, fra le collezioni del Museo, un percorso che presentasse fotografie e video di artisti contemporanei interessati al tema della piscina, dell’acqua e della percezione dei corpi quando vi sono immersi. Egli ha scelto di arricchire questo percorso con oggetti antichi provenienti dalle collezioni del suo museo e che ricordassero, per la loro decorazione o per la loro funzione, il medesimo tema dell’acqua.”
Jean-Jacques Aillagon


Marie-Paule Nègre, dalla serie “A fleur de l’eau” (A filo dell’acqua), fotografia su carta accoppiata con alluminio.
Prestito dell’artista
© Marie-Paule Nègre


La presentazione del commissario della mostra

Il Musée d’archéologie di Nizza, sito di Cimiez, è un museo di sito posto a prossimità delle terme romane dove venne in seguito edificato un complesso episcopale paleocristiano comprendente una cattedrale e un battistero. Il tema dell’acqua è connaturato al sito di Cimiez, sia per i resti delle antiche piscine, che rimandano al piacere delle terme, sia per la presenza del battistero che sottolinea l'azione iniziatica dell'acqua sullo spirito.
In quest’anno 2013, cinquantesimo anniversario della creazione del Museo Matisse che si trova a qualche decina di metri appena dal Museo di archeologia, vi sarà installata una nuova opera di Matisse, La Piscina.
Queste circostanze hanno portato il Museo di archeologia a partecipare alla grande operazione culturale Nizza 2013. Un’estate per Matisse, presentando, insieme alle sue collezioni, opere di artisti contemporanei che hanno, come Matisse, esplorato i fenomeni della percezione dei corpi, della loro deformazione e del loro movimento all’interno dell’acqua, in particolare in quella delle piscine.
Allo scopo di sottolineare questi diversi rapporti con l’immagine del corpo nell’acqua, era necessario coinvolgere ulteriori procedimenti, oltre a quelli presenti in Matisse: fotografia, video e cinema sono parsi indispensabili e sono stati invitati artisti diversi.
Le fotografie di Franco Fontana, Edward Curtis, Lucien Clergue, Paul Louis, Lionel Bouffier, Michel François, oppure quelle di Amaury da Cunha permettono di accedere alla variabilità dello sguardo che l’artista può posare sul luogo “piscina” e sulla sua occupazione da parte dell’essere umano, mentre le serie di Marie-Paule Nègre o Catherine Larré tendono a interrogare la fluidità, la deformazione e la plasticità dei corpi nell’acqua. Il video del mitico balletto in acqua “Waterproof” di Daniel Larrieu presenta un’acqua ipnotica, concepita come uno spazio onirico in cui la gravità perde la sua influenza sul corpo del ballerino per esprimere una connessione con l’elemento, senza d’altra parte cercare di resistergli. Nel suo video “Frontière : Bleu, blanc, rouge” (Frontiera: Blu, bianco, rosso), Isabelle Lévénez ci presenta il bagnante come una figura evanescente per meglio esplorare e interrogare il corpo, concepito come uno spazio da scoprire, mentre Suzanne Nessim e Teresa Wennberg propongono un lavoro sulle sensazioni che sperimenta il nuotatore in piscina. Bill Viola, quanto a lui, nella sua celebre opera “The Reflecting Pool”, utilizza magistralmente l’acqua e il suo riflesso per ripensare le nozioni di spazio e di tempo, così come la loro percezione. Infine le immagini culto del film di Jack Hazan dedicato a David Hockney, “A Bigger Splash”, fanno emegere un contrappunto alla piscina di Henri Matisse.
Queste numerose opere sono presentate accanto a reperti archeologici legati all'acqua provenienti dalle collezioni del museo, offrendo così un gioco di riferimenti tra le vestigia dell'Antichità e le opere di artisti contemporanei.
Bertrand Roussel

Il contributo del commissario generale

“A partire dal mese di giugno 2013, i visitatori del Musée Matisse potranno ammirare La Piscina di Matisse, installata a Villa des Arènes, a strapiombo sul sito di Cimiez, l’antica Cemenelum, vicina a Nikaia, la Nizza di fondazione greca. Il Museo archeologico si trova sul sito delle antiche terme con le loro piscine e quello della cattedrale paleocristiana con la sua “piscina spirituale”, ovvero il battistero. È questo legame che mi ha portato a sostenere il progetto di Bertrand Roussel di concepire, fra le collezioni del Museo, un percorso che presentasse fotografie e video di artisti contemporanei interessati al tema della piscina, dell’acqua e della percezione dei corpi quando vi sono immersi. Egli ha scelto di arricchire questo percorso con oggetti antichi provenienti dalle collezioni del suo museo e che ricordassero, per la loro decorazione o per la loro funzione, il medesimo tema dell’acqua.”
Jean-Jacques Aillagon


Catherine Larré, dalla serie “Sans titre” (Senza titolo),
fotografia stampata su carta accoppiata con alluminio
Prestito dell’artista
© Catherine Larré



Lionel Bouffier, Urbanité (Urbanità), 2009,
fotografia stampata su carta accoppiata con alluminio
Prestito del Théâtre de la Photographie et de l’Image
© Lionel Bouffier

Informazioni pratiche

Museo di Archeologia – Sito di Cimiez

160, avenue des Arènes de Cimiez - 06364 Nice cedex 4
Tel : (+33) (0)4 93 81 59 57
www.musee-archeologique-nice.org
- Tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 tranne il martedì, il 1° gennaio, la domenica di Pasqua, il 1° maggio, il 25 dicembre
- Accesso: Bus n°15-17-20-22-25: fermata Arènes/Musée Matisse

Attività @ Musée d'Archéologie – Sito di Cimiez

Venerdì 21 giugno, 18:30
Visita commentata della mostra “A proposito di piscine” da parte di Jean-Jacques Aillagon
e Bertrand Roussel, commissario della mostra.
Sabato 20 luglio, 16:00
Visita commentata della mostra “A proposito di piscine” da parte di Bertrand Roussel, commissario
della mostra.
Sabato 17 agosto, 16:00
Visita commentata della mosta “A proposito di piscine” da parte di Bertrand Roussel, commissario
della mostra
Sabato 14 settembre, 16:00
Visita commentata della mostra “A proposito di piscine” da parte di Bertrand Roussel, commissario
della mostra.
Espace Presse Contact